A Rossella

Oggi compi 30 anni.

Lontana da casa e da coloro che ami di più, in nome di un sogno, di una passione che hai voluto portare avanti con decisione tanto da scegliere di partire come volontaria in uno dei tanti luoghi del mondo dimenticati o sconosciuti ai più, me compresa.

Ho cercato di immaginare che cosa fai in queste ore, come trascorri il tempo prigioniera di persone che non sanno niente di te, tranne forse che sei italiana e che per questo potrebbero ottenere qualcosa in cambio.

 Lo sai, sei diventata famosa tuo malgrado, striscioni con il tuo nome sono appesi in moltissime città italiane e tutti chiedono la stessa cosa: ROSSELLA LIBERA

Mi piace pensare che questo calore ti arrivi anche là e che in qualche modo allenti la tua paura, il tuo dolore e la tua solitudine.

 I compleanni, nonostante i festeggiamenti, sono giorni velati di malinconia. Giorni nei quali si sente ancora di più l’incertezza del futuro. Forse ricorderai i compleanni passati, quelli in famiglia, quelli con gli amici e ripercorrerai come in un sogno le tappe più importanti della tua vita. Probabilmente piangerai per la mancanza, per la nostalgia di casa e dei tuoi affetti e soprattutto per la paura di perdere tutto questo. Forse lo hai già fatto, ogni giorno da quando sei stata rapita.

 Quello che stai passando potrebbe toglierti la capacità di sognare, di sperare in un futuro migliore per cui lottare.

Non permetterlo. Resisti. Non perdere te stessa.

Chiudi gli occhi, esprimi un desiderio.

Noi ti aspettiamo.

© Gigi Cabiddu Brau

Desiderio

Prigioniera in una stanza buia

vago con la mente verso lidi lontani.

Odoro i profumi della mia terra

severa e generosa

che mi ha visto nascere, crescere ed andare via.

In cerca di un futuro diverso

per me, per i dimenticati, per gli ultimi di questa terra.

Questo penso ogni giorno,

alle scelte fatte, al dolore per la mancanza

ed alla grande passione che mi ha fatto andare avanti

fino ad oggi.

Domani vorrei continuare

a sognare

a combattere

ad amare

ad essere figlia, amica, sorella,

magari madre.

Domani vorrei essere libera

(Ti Pi)

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Lola
    Mar 22, 2012 @ 10:12:16

    Quello che fa più rabbia in questi casi è che è stata rapita dalla stessa gente che lei voleva aiutare.
    ROSSELLA LIBERA!

    Lola

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

N.d.A.

Questo blog non è una testata giornalistica e viene aggiornato quando posso; è frutto esclusivo della mia Immaginazione per cui nomi, personaggi luoghi e avvenimenti sono fittizi o usati in modo fittizio.

Se volete citarne i testi, vi chiedo di aggiungere il nome dell’autore o il link al sito; io faccio lo stesso.

Le immagini usate provengono principalmente dal web pertanto laddove violassi qualche diritto d'autore scrivetemi pure nei commenti e risolveremo la cosa.

Buona Lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: