On the way to Santiago

Mancano poche ore alla partenza e negli ultimi giorni si sono avvicendati molti avvenimenti nella mia vita.

Programmo questo viaggio con mia madre da più di un anno, abbiamo dovuto rimandarlo per varie ragioni ma alla fine la decisione è stata presa: partenza il 24 Aprile e rientro in data da definire.

Fin dove ci porterà la strada, fino alla fine della terra o dei cieli stellati.

 É complicato spiegare cosa significa per me questo viaggio, ma voglio provare a condividerlo con voi che mi leggete.

Innanzi tutto voglio dedicare questo tempo a mia madre, per avermi dato quello che di cui avevo bisogno in ogni giorno della mia vita, non abbiamo bisogno di parole, basta uno sguardo.

Voglio vivere ogni giorno con lei nel modo più intenso possibile.

Sono certa che sarà un’esperienza che non dimenticheremo e che, laddove fosse possibile, ci unirà ancora di più. Così come è stato quando lo percorsi per la prima volta nel 2009 con il mio compagno.

Il Cammino risponde ad un’altra un’esigenza fondamentale della mia vita: la ricerca dell’essenza, di quello che veramente conta, che non è uguale per tutti ovviamente.

 Al rientro, vorrei tanto conservare la sensazione di consapevolezza di ciò che è realmente importante che ti pervade ogni giorno, quando la vita è fatta di cose semplici come camminare, mangiare e riposare. Niente di più e niente di meno, tanto basta per essere in pace.

 É inoltre una ricerca di risposte alle domande che mi pongo ogni giorno su cosa fare, cosa mi renderebbe davvero felice, su quello che davvero voglio nella mia vita.

 E’ il mio tentativo di abbandonare quello che è superfluo in maniera concreta, a cominciare dalle montagne di oggetti che ci circondano e che il più delle volte servono solo ad appesantire la nostra vita con carichi da novanta che alla fine non portano niente di buono… e la mongolfiera non riesce a prendere il volo.

Camminare ogni giorno al mio passo è il tentativo di affermare la mia volontà scegliendo un ritmo di vita vicino alle mie esigenze, ascoltando me stessa, il mio corpo, le mie sensazione e le mie emozioni.

 La Natura è l’altro elemento fondamentale: il sentirsi parte di un universo completo, perfetto e perenne che prescinde dal nostro passaggio terreno.

Il Cammino è insieme tutto questo e molto altro, e per ogni persona è qualcosa di diverso e speciale.

Auguro a me stessa e a tutti coloro che vogliono intraprenderlo un Buon Cammino, che le stelle siano con noi!

N.d.A.

Questo blog non è una testata giornalistica e viene aggiornato quando posso; è frutto esclusivo della mia Immaginazione per cui nomi, personaggi luoghi e avvenimenti sono fittizi o usati in modo fittizio.

Se volete citarne i testi, vi chiedo di aggiungere il nome dell’autore o il link al sito; io faccio lo stesso.

Le immagini usate provengono principalmente dal web pertanto laddove violassi qualche diritto d'autore scrivetemi pure nei commenti e risolveremo la cosa.

Buona Lettura!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: